Il perfezionismo patologico | Francesco Sanavio

Il perfezionismo patologico

Di Dott. Francesco Sanavio | Psicoterapia & Disturbi

Ott 12
perfezionismo

Il perfezionismo è un tratto di personalità che può rendere la tua vita incentrata su continui giudizi e valutazioni. Sebbene avere degli alti standard è qualcosa che può aiutarti a raggiungere diversi obiettivi e successi nella tua vita, può finire per rovinartela. Il perfezionismo è caratterizzato da un lato oscuro incentrato sull’evitare gli errori. Questo può portare a vivere ogni cosa che fai come uno stress o come un banco di prova e può portare alla procrastinazione. Molti perfezionisti hanno una visione bianco o nero ‘o una cosa la faccio bene sennò non vale neanche la pena farla’, che può rendere difficoltoso stare al passo con i propri compiti sul lavoro o a scuola.

Altri sottotipi di perfezionismo sono relativi alle aspettative genitoriali. Spesso impariamo ad essere perfezionisti nel modo in cui veniamo cresciuti. Un altro tipo di perfezionismo è quello sociale. La maggior parte dei perfezionisti ha standard più elevati per se stessi che per gli altri, ma alcuni invece hanno richieste di perfezioni nei confronti altrui e non verso se stessi.

La perfezione non esiste ma chi soffre di perfezionismo patologico crede che esista il modo ‘giusto’ di fare le cose. Questo può portare a difficoltà nel lavoro con le altre persone e in alcuni casi anche nella vita privata o di coppia. A lavoro in alcuni ambienti può essere incoraggiato. A tutti i capi fa piacere avere dipendenti che portano il lavoro a casa e sacrificano la propria vita privata per svolgere i propri compiti al meglio.

Il perfezionismo è un tratto che può dare problemi e che si trova in diversi disturbi psicologici tra cui il disturbo ossessivo-compulsivo, il disturbo ossessivo-compulsivo da relazione, i disturbi alimentari e alcuni disturbi di personalità.

About the Author

Psicologo laureato all’Università San Raffaele di Milano, ha trascorso un anno all’estero con una borsa di studio presso l’Università Autonoma di Barcellona. Dopo la laurea, è stato all’Istituto Beck di Roma dove si è occupato di Mindfulness e in seguito, presso il Bio Behavioral Institute di New York. Attualmente lavora presso ITC e il SAP della Facoltà di Psicologia, è consulente per la ULSS 6 e collabora in progetti di ricerca con la Sigmund Freud University di Milano.