😈 La psicopatia - il disturbo di personalità dietro i serial killer | FS

La psicopatia

Di Dott. Francesco Sanavio | Clinica

Set 12
la psicopatia e Robert Hare a cura del dott. Francesco Sanavio - psicologo

La psicopatia è un disturbo di personalità che non viene riconosciuto dal DSM. Nella nosografia psichiatrica è uno specificatore del disturbo antisociale di personalità, un disturbo che ha delle differenze importanti.

E’ stato con l’avvento del DSM III e di una scelta di descrittori più comportamentali che viene messa da parte la psicopatia. L’enfasi sul comportamento overt infatti non fa apprezzare le importanti differenze che ci sono tra il disturbo di personalità antisociale e la psicopatia.

Robert Hare, il più grande studioso dell’argomento, definisce lo psicopatico come “un predatore intraspecie”

La psicopatia è caratterizzata da una marcata aggressività unita all’incapacità di stringere relazioni autentiche.

Harvey Cleckley fu uno dei primi studiosi a studiare in maniera
sistematica la psicopatia. Nel 1941 scrisse ‘The mask of sanity’

Cleckley identifica 16 fattori che definiscono la personalità dello psicopatico:
1. fascino superficiale e buon funzionamento intellettivo
2. assenza di deliri e di altri segni di pensiero irrazionale
3. assenza di nervosismo o di altre manifestazione nevrotiche
4. inaffidabilità
5. mancanza di sincerità
6. mancanza di rimorso e di vergogna
7. comportamento antisociale non adeguatamente motivato
8. scarse capacità di giudizio e incapacità di imparare dall’esperienza
9. egocentrismo patologico e incapacità di amare
10. povertà nelle reazioni emotive
11. mancanza di consapevolezza
12. poco reattivo nelle relazioni interpersonali

13. Fantastic and uninviting behavior with drink and
sometimes without
14. suicidio raramente portato a termine
15. vita sessuale impersonale, e poco integrata
16. incapacità di seguire qualsiasi piano di vita
15. vita sessuale impersonale e poco integrata

K Schneider (1950) identifica 10 tipi di personalità psicopatiche:

  • Lo Psicopatico Ipertimico
  • Lo Psicopatico Depressivo
  • Lo Psicopatico Insicuro
  • Lo Psicopatico Fanatico
  • Lo Psicopatico Bisognoso di Considerazione
  • Lo Psicopatico Instabile
  • Lo Psicopatico Esplosivo
  • Lo Psicopatico Apatico
  • Lo Psicopatico Abulico
  • Lo Psicopatico Astenico

Anche Millon propone 10 diversi tipi di personalità psicopatica,
accomunate da alcune caratteristiche comuni: una marcata
centratura su di sé e il disprezzo per i bisogni degli altri.

Oggi la psicopatia è considerata come un disturbo definito da due fattori. Il primo è definito affettivo-interpersonale e mostra delle caratteristiche nucleari simili a quelle del disturbo narcisistico di personalità. Il secondo fattore è quello relativo allo stile di vita antisociale.

Lo strumento sviluppato da Hare per valutare la presenza di tratti psicopatici nelle persone è la PCL-R (Hare Psychopathy Checklist-Revised). La PCL-R è un’intervista semi-strutturata.

Lo studio di questi costrutti oggi è importante nell’ambito forense dove i giudizi sulla pericolosità sociale dati da giudici e magistrati sono spesso dati in maniera arbitraria senza che vengano impiegati strumenti sperimentali e valutatori esperti.

About the Author

Psicologo laureato all’Università San Raffaele di Milano, ha trascorso un anno all’estero con una borsa di studio presso l’Università Autonoma di Barcellona. Dopo la laurea, è stato all’Istituto Beck di Roma dove si è occupato di Mindfulness e in seguito, presso il Bio Behavioral Institute di New York. Attualmente lavora presso ITC e il SAP della Facoltà di Psicologia, è consulente per la ULSS 6 e collabora in progetti di ricerca con la Sigmund Freud University di Milano.